Nuovo Consiglio Direttivo Pro Loco

Finalmente dopo un lungo periodo di inattività causato dalla pandemia, si è potuta convocare l’assemblea straordinaria per la modifica statutaria e le elezioni del nuovo Direttivo della Pro Loco.
La nostra Pro Loco diventerà presto una “aps”, associazione di promozione sociale, che permetterà di essere ancora più virtuosa nelle attività che competono ad essa accedendo ad agevolazioni di vario genere, il nostro Statuto, già in gran parte allineato al prossimo cambiamento, sarà aggiornato alle nuove normative.

Si potrà operare sul nostro territorio in numerose attività, dalla promozione turistica e conoscenza del territorio, alle passeggiate ed escursioni, alla cultura di vario genere, alle manifestazioni e sagre accompagnate alla gastronomia .

Il nuovo direttivo si è arricchito di persone più giovani, subito si sono dimostrate ben volenterose di collaborare con i più “navigati“ rieletti nel direttivo e sicuramente arriveranno stimoli nuovi per il nuovo ruolo della associazione.

La prima riunione dedicata alle cariche, è stata a mio avviso di buon auspicio visto la curiosità dimostrata ma soprattutto per l’allegria dei numerosi bimbi dei nuovi Consiglieri.

Auguro al gruppo di lavorare serenamente e portare la Pro Loco sempre più vicina ai nostri cittadini.

Cordiali saluti.

Musso Ezio

 

Mi sono avvicinata alla proloco  attraverso il G.A.N.V.

Negli anni non è più stata solo la voglia di fare qualcosa per il mio paese ma di concretizzare quello che desidero per esso.

Mi sento onorata di far parte di questo gruppo. Sono certa di avere molto da imparare ma sicura di riuscire a dare anche io qualcosa per continuare a crescere  insieme.

Mary

 

Innanzitutto apprezzo quanto realizzato negli anni dai nostri “pionieri”. Con entusiasmo mi affianco, provo a captare e mi auguro un giorno di arricchire con personali iniziative, volte a valorizzare la storia del nostro paese.

Manuela

 

Non sono nata a Valdellatorre, ma ci abito ormai da 13 anni e se devo pensare ad un luogo da chiamare casa penso a questo.

Il significato stesso di “pro loco” è “a favore di un luogo” e mi aspetto di poter essere io stessa a favore di questo luogo che mi ha accolta.

Federica

 

Ciao,

mando qualche riga con le mie aspettative per la nuova esperienza.

L’esempio positivo regalatomi dai miei genitori nel loro partecipare attivamente alle associazioni presenti sul nostro territorio ha lasciato in me una traccia indelebile.

Tuttavia, nell’età adulta la vita frenetica aveva sepolto quella traccia sotto ad un mare di “necessità supposte” e priorità non reali.

Oggi, la difficile situazione che tutti abbiamo affrontato ha spinto, me come probabilmente molti altri, a riscoprire il mio territorio facendo emergere quella traccia e con essa la voglia di mettermi in gioco in prima persona per cercare di portare il mio piccolo contributo, sperando che questo possa essere d’ispirazione ai miei figli come il lavoro dei miei genitori lo è stato per me.

Grazie.

Emanuele

2 commenti
  1. Bruno
    Bruno dice:

    Leggendo quanto scritto dai “nuovi” consiglieri (finalmente voci giovani) tutti positvi e per me non di circostanza sono rimasto colpito dalla frase “Tuttavia, nell’età adulta la vita frenetica aveva sepolto quella traccia sotto ad un mare di “necessità supposte” e priorità non reali.” e i questa mi sono ritrovato e esattamente come chi ha scritto anchio dopo quel periodo (anni fa) ho iniziato a frequentare la Pro Loco.
    Poi passo a passo sono arrivato fino ad ora e sono particolarmente contento di aver contribuito ad aggiungere questi nuovi consiglieri che porteranno nuove idee che noi “vecchi ” non siamo in grado di concepire.
    Quindi ringrazio personalmente questi nuovi “compagni di viaggio ” .
    In questi anni abbiamo fatto molto per Val della Torre con loro spero che faremo ancora di più.

    Rispondi
  2. Anna
    Anna dice:

    L’obbiettivo della Pro Loco è di avere nel proprio direttivo donne e uomini che abbiano determinazione e motivazione per il successo di un progetto in comune.
    La motivazione dovrebbe rappresentare il superamento della distanza tra obbiettivi personali al fine di realizzare quelli di gruppo, entrando così in relazione con le persone con cui si collabora e condividere le proprie capacità con quelle di tutti.
    Saper bilanciare serietà ed impegno, unitamente a momenti di piacere e divertimento, dovrebbe essere l’atteggiamento giusto per motivarci a vicenda nella squadra.
    Abbiamo imparato dal passato, viviamo il presente, e se per il futuro si avrà la volontà di sperimentare cose nuove, si potrà avere la carta vincente per vincere la resistenza al cambiamento, che a causa della pandemia ha modificato il nostro modo di vivere.
    Ringrazio tutto il nuovo direttivo augurando a tutti giorni sereni.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Bruno Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.